Denunce Formazione Versamenti
DPI Pagamenti DURC
Prestazioni Certificazione Unica Prevedi

AVVISO
Si ricorda che dal 1° gennaio 2017 le richieste di regolarità contributiva potranno essere inoltrate esclusivamente utilizzando il servizio DURC ON-LINE
Fondo Apprendistato
Il D.lgs 148/2015, in vigore dal 24 Settembre 2015, ha portato sostanziali modifiche nell'applicazione degli ammortizzatori sociali.

In base a questa normativa dalla stessa data rientreranno nella CIGO, come già avviene per gli operai, anche gli apprendisti con contratto di lavoro professionalizzante. La CIGO viene corrisposta per i casi di sospensioni per mancanza di lavoro e per intemperie stagionali. Condizione per accedere alla CIGO è l’anzianità di effettivo lavoro di almeno 90 giornate.

Pertanto, ai fini della richiesta delle prestazioni Edilcassa riferite agli apprendisti, per gli eventi iniziati dal 24 settembre 2015, si dovranno seguire le seguenti indicazioni:

  • Apprendisti con contratto di lavoro professionalizzante: potranno essere inoltrate le domande sia per mancanza di lavoro che per intemperie unicamente per coloro che hanno un’ anzianità inferiore ai 90 giorni, che non possono accedere alla CIGO.
  • Apprendisti in diritto e dovere: potranno essere inoltrate le domande indipendentemente dall’anzianità di servizio in quanto essi non rientrano nella normativa CIGO. Continueranno ad essere esaminate da Edilcassa secondo la normativa previgente tutte le richieste di prestazioni per eventi avvenuti fino al 23 Settembre.

Si informa che dal 1° Ottobre 2015 le contribuzioni alla cassa sono variate. Scarica circolare

VERSAMENTO PREVEDI CONTRATTUALE
Il giorno 31 Agosto 2015 le parti sociali hanno deliberato che, con la denuncia di Agosto 2015, partono le contribuzioni del Prevedi Contrattuale previsto dal CCNL del 24.1.2014.

Scarica le circolari:

A tutti gli Studi di Consulenza ed Uffici Paghe A tutte le Aziende iscritte

ATTENZIONE
L'ADESIONE AI FONDI ASSICURATIVI DEI LAVORATORI NON VA COMUNICATA AD EDILCASSA VENETO

DURC ON-LINE
DURC ON LINE: Obbligo di iscrizione per le imprese

Dal 1° Luglio cambia la procedura per la richiesta del DURC; gli interessati potranno accedere al servizio solo attraverso i portali INPS o INAIL. Il “vecchio” SPORTERLLO UNICO rimane attivo solo per effettuare alcune richieste molto specifiche di DURC:

  • DURC in presenza di certificazione dei crediti;
  • DURC per pagamenti di debiti della pubblica amministrazione maturati al 31 Dicembre 2012;
  • DURC richiesti dagli sportelli unici per l’immigrazione per la regolarizzazione dei lavoratori extracomunitari;
  • DURC ricostruzione privata sisma Abruzzo.

Le richieste presentate anteriormente al 1° Luglio ed ancora in corso di istruttoria saranno definite con l’emissione del relativo certificato in Sportello unico previdenziale, applicando la nuova disciplina della regolarità contributiva contenuta nel Decreto Ministeriale 30 Gennaio 2015.

Le stazioni appaltanti e le amministrazioni procedenti nonché le SOA possono accedere al nuovo servizio “DURC on line” sia dal portale INPS che da quello INAIL, con le stesse credenziali /abilitazioni già rilasciate con l’applicativo www.sportellounicoprevidenziale.it (utenti SA/AP e SOA).

PETIZIONE ON-LINE

Il 1° gennaio scorso è entrato in vigore il meccanismo dello split payment: le Pubbliche Amministrazioni dovranno versare l'IVA relativa alle cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei loro confronti.

La misura produce effetti gravissimi sulle imprese, incidendo sulla loro liquidità già fortemente pregiudicata dal fenomeno dei ritardati pagamenti della PA, mettendo a rischio la sopravvivenza delle imprese che operano nel settore dei lavori pubblici.

In sintesi, le imprese non ricevono più Iva dalla Pa, che la versa direttamente all'Erario, ma devono continuare a pagarla ai loro fornitori.

Al posto della liquidità, le imprese avranno in cassa solo crediti Iva.

La misura produrrà effetti negativi a cascata su tutta la filiera, innescando un circolo vizioso dalle conseguenze drammatiche su occupazione, investimenti e funzionamento dell'economia.

Firma anche tu per evitare che lo split payment faccia chiudere migliaia di imprese!

Petizione on-line
NO ALLO SPLIT PAYMENT - Confartigianato
Petizione on-line
NO ALLO SPLIT PAYMENT - CNA